Reazione a catena: eliminati i “Tre di denari”, il web insorge

Eliminati, ripescati tra gli applausi del pubblico e detentori di un record, i “Tre di denari” sono stati eliminati dopo oltre 35 puntate e più di 400 mila euro vinti.
Michael, Marco e Francesco sono il trio di “Reazione a catena”, il il game show condotto da Amadeus che ha tenuto il pubblico di rai 1 con il fiato sospeso per tantissime puntate.

2513129_1959_tre_di_denari_reazione_a_catena

La loro eliminazione ha generato una valanga di tweet di protesta, alcuni molto divertenti, per aver perso uno dei gruppi più divertenti e bravi di questa trasmissione. Secondo il pubblivco, le domande poste ai ragazzi erano molto più difficili rispetto a quelle propostre alle tre avversarie ‘Le caffeine’.
Già domenica sera i campioni in carica hanno rischiato l’eliminazione insidiati dalle brave “Regine di Cuori”.
Nella puntata di questa sera (lunedì 19 giugno) hanno dovuto cedere il passo alle tre ragazze durante l'”Intesa Vincente”.
Proprio il gioco in cui i tre giovani sono fortissi. E’ loro il record della trasmissione con ben 26 parole indovinate, con una media pazzesca di 2,3 secondi a parola.

Max Biaggi, ecco come sta dopo l’incidente: il retroscena rivelato dal padre

Max Biaggi, dopo il brutto incidente, sta meglio e si sta riprendendo grazie all’affetto dei suoi genitori e della sua amata Bianca Atzei.
Max Biaggi in rianimazione, lo scatto commovente di Bianca Atzei dopo l’incidente -Foto Nonostante, il pericolo scampato dal pilota di moto non mancano critiche e frecciatine verso gli altri colleghi di

Max Biaggi che, secondo quanto riferito dal padre, non si sarebbero presentati in ospedale. Danilo Petrucci, in nome di tutto il mondo del motociclismo, gli ha fatto i più sinceri auguri, mentre Valentino Rossi, dopo la giornata di prove libere del Gran Premio di Catalogna, si era limitato a spendere due parole sull’incidente di Max Biaggi. A portare una parola di conforto e incoraggiamento al Corsaro sono stati Giovanni Malagò, presidente del Coni, Fabrizio Frizzi, Renato Zero e qualche calciatore ma nessun pilota collega di Max Biaggi.

Nicole Kidman, mezzo secolo di red carpet

Bionda e bellissima. Sensuale e algida. E’ Nicole Kidman. Nata a Honolulu il 20 giugno del 1967, ha nel proprio corredo genetico origini scozzesi, irlandesi e inglesi che la rendono eterea e leggiadra come una dea.
Il palco la affascina da sempre. Da bambina studia danza e recitazione: “Ho iniziato a recitare prestissimo, a 14 anni, e oggi, a 50, è bellissimo avere l’energia necessaria per intraprendere nuove sfide” racconta ai cronisti.

01 afp_MGZOOM

Nel 1988 arriva la sua grande occasione con il thriller “Ore 10: calma piatta” e subito si intuisce il suo potenziale.
Nicole Kidman entra nel cuore di milioni di fan grazie al suo talento ma anche alla sua vita privata apparentemente perfetta: il matrimonio da fiaba con il bellissimo Tom Cruise fa sognare chiunque. Almeno fino alla notizia del divorzio, nel 2001.
Quindi un nuovo amore: il matrimonio col cantante Keith Urban – da cui ha avuto le due figlie, Sunday Rose e Faith Margaret – segna la sua ripartenza. Ma non sul lavoro dove non si era mai fermata. Sulla soglia dei 50 anni, ha inaugurato il 2017 nel migliore dei modi: con una nuova candidatura all’Oscar. A Cannes si è imposta sul red carpet con ben due film in lizza per la Palma d’oro: “The Killing of a Sacred Deer” e “L’inganno”. Applausi dalla critica e dal pubblico anche per la pellicola fuori concorso “How to Talk to Girls at Parties” e per la serie tv “Top of the Lake”.
Mezzo secolo di successi, e mezzo ancora tutto ancora da scrivere.

La sorpresa di Berlusconi, si presenta alla festa di Federica Panicucci: “Un regalo bellissimo”

La sorpresa di Silvio Berlusconi. C’era anche lui alla festa di fine produzione di Mattino 5, organizzata dalla conduttrice Federica Panicucci nella sua casa di Milano.

41607725

Nella foto tratta dal profilo Instagram di Panicucci si vede la showgirl in compagnia di Silvio Berlusconi: “Averla a cena a casa mia Presidente, è stato un regalo bellissimo”, scrive.